Neil Armfield – Holding the Man

La storia è raccontata con grande verità, mettendo a nudo ogni fragilità, ogni paura, ogni limite e ogni conquista dei due protagonisti.

Holding the man è un film australiano del 2015, tratto dalla vera storia d’amore tra John Caleo e Timothy Conigrave, raccontata da quest’ultimo in un libro autobiografico. La loro relazione si snoda tra gli anni 70 fino ai primi anni 90, inizia sui banchi di scuola e dura per tutto il periodo dell’università: in seguito, i due si dividono per qualche anno e si incontrano di nuovo solo successivamente. John e Timothy vanno a vivere insieme, fino al giorno in cui scoprono di essere sieropositivi e, poi, fino alla morte di Caleo, per un tumore causato dall’HIV.

holding-the-man_key-still-0-2000-0-1125-crop

In questi anni di vita insieme, i due non vivranno momenti facili: allora l’omosessualità era considerata una malattia e ancor peggio veniva vista la sieropositività, male incurabile, che etichettava le persone come da evitare. I protagonisti della storia sono oggetto di scherno, emarginati perfino dalle famiglie: John e Timothy incontrano non pochi ostacoli, raggiungendo, infine, il riconoscimento del loro amore e soprattutto della libertà di amarsi alla luce del sole. La storia è raccontata con grande verità, mettendo a nudo ogni fragilità, ogni paura, ogni limite e ogni conquista dei due protagonisti, non risultando diversa da altre storie raccontate in altri film, come Philadelphia o I segreti di Brokeback Mountain.

Tuttavia qualcosa che la contraddistingue, e per la quale noi consigliamo di vedere il film, è la colonna sonora. Le canzoni scelte accompagnano perfettamente ogni momento della pellicola, la incorniciano senza apparire banali, esaltando quel particolare gesto o parola dei personaggi principali. Lo fanno con sincerità, trasportando lo spettatore proprio in quegli anni, sottolineando, purtroppo, non gli spensierati e rivoluzionari anni 70, o i colorati anni 80, ma le ombre e l’ignoranza che contraddistinguono tali epoche, rivelandole senza maschere, senza timori, cercando di affrontarle con il coraggio e la forza di Timothy e John.

Claudia Arena
L'autore

Da sempre leggo e da sempre scrivo. Mi sono innamorata della poesia ascoltando Alda Merini leggere la sua Terra Santa. Mi appassiona l'arte in ogni sua forma. Cerco di esprimere la mia creatività con la scrittura, in versi, principalmente. Amo i gatti, il mare e il deserto