Robert Aldrich – Che fine ha fatto Baby Jane?

VOTO 9.0
Bette Davis e Joan Crawford sono le protagoniste di questo capolavoro di Robert Aldrich, "Che fine ha fatto Baby Jane?", dramma granguignolesco di grandissimo effetto.

Che fine ha fatto Baby Jane? è riuscito a portare sullo stesso set le storiche rivali Joan Crawford e Bette Davis, due delle più grandi attrici della Hollywood dell’epoca d’oro. È un film basato sull’omonimo libro di Henry Farrell, una feroce critica al mondo delle baby star alla Shirley Temple: non è nemmeno troppo un caso che la piccola interprete assomigli così tanto a Riccioli d’oro.

La bionda Jane Hudson è una star dello spettacolo, una bambina osannata e apprezzata, ma anche molto egoista, maleducata, viziata. A fare le spese dei suoi capricci è sempre la sorella Blanche. Ironia della sorte, crescendo i ruoli s’invertono: mentre Blanche diventa una diva del cinema, Jane rivela tutta la sua mediocrità d’attrice. Questo finché, una notte, non accade un terribile incidente e Blanche finisce su una sedia a rotelle. Le dinamiche dei fatti sono poco chiare, ma sembra che la colpa di tutto sia della ex enfant prodige, Jane…

Che-fine-ha-fatto-Baby-Jane-Bette-Davis-1

Dramma granguignolesco di grandissimo effetto, Che fine ha fatto Baby Jane? farebbe venire voglia di gridare al miracolo per lo strepitoso ritorno della Davis sugli schermi. L’attrice primeggia sulla sua storica rivale (comunque, a sua volta in splendida forma), offrendo l’immagine schizofrenica di una donna immersa nella pazzia fino al collo, eppure capace anche di gesti lucidi e spiazzanti. Triste e commuovente è la scena dell’esibizione di una Jane ormai anziana – accompagnata nella performance da un pianista reclutato tramite un annuncio –, massima espressione della vulnerabilità del carattere, ormai alieno dalla realtà, aiutato nella sua auto-distruzione dalla sorella invalida: il loro sarà un terribile gioco al massacro, con i rispettivi ruoli (carnefice/vittima) destinati a invertirsi più volte nel corso del film.

Che fine ha fatto Baby Jane? è un viaggio nel mondo delle piccole star, cresciute troppo in fretta, vittime di adulti dalle aspirazioni mancate: un’opera magistralmente diretta ed interpretata, infarcita di richiami al kitsch più puro, al giallo e al dramma. La Davis è sublime nel tracciare questo percorso di discesa dall’Olimpo delle divette infantili agli inferi della maturità, regalando al pubblico uno dei ruoli più toccanti della sua carriera: poco prima di girare Che fine ha fatto Baby Jane?, l’attrice aveva attraversato un momento molto duro, che l’aveva spinta – come la sua Jane – a mettere un sarcastico annuncio su una rivista («Madre di tre bambini di 10, 11 e 15 anni, divorziata, americana, trent’anni di esperienza come attrice cinematografica, versatile e più affabile di quanto si dica, cerca impiego stabile a Hollywood»). La parte nella pellicola di Robert Aldrich le permise anche di ottenere una candidatura ai premi Oscar: sintomo che l’età e gli anni che passano sono del tutto ininfluenti se messi a confronto con il vero talento.

Elena Spadiliero
L'autore

Classe 1985. A sei anni è iniziata la mia storia d'amore con i libri: da allora non li ho più lasciati. Appassionata di cinema, montagna e Dylan Dog. Divoratrice di sushi e smørrebrød. Credo nella bellezza che «salverà il mondo» e nelle parole, ma quelle giuste, perché «chi parla male, pensa male e vive male».