Cannes 2017: tre titoli italiani nella Quinzaine des Réalisateurs

Sono tre i titoli italiani selezionati per la 'Quinzaine des Réalisateurs', la selezione parallela a quella ufficiale del Festival di Cannes.

Sono tre i titoli italiani selezionati per la Quinzaine des Réalisateurs, selezione parallela a quella ufficiale del Festival di Cannes. Si tratta di Cuori puri di Roberto De Paolis, L’intrusa di Leonardo Di Costanzo e A Ciambra di Jonas Carpignano.

Cuori puri racconta la storia di due ragazzi, Agnese e Stefano, legati da un forte sentimento, seppur molto diversi tra loro. L’intrusa è ambientato nel mondo del volontariato, ed è la storia di Giovanna, fondatrice del centro la Masseria a Napoli. Proprio lì si rifugia la moglie di un camorrista e madre di due bambini. Infine, A Ciambra è un ritratto della comunità rom stanziale di Gioia Tauro in Calabria.

Di Cuori puri il regista ha detto: «Al centro del film c’è il tema della verginità: da una parte quella del corpo, illusione infantile di purezza e di perfezione, e dall’altra quella del territorio, metafora di barriere e muri che si alzano a protezione dell’identità». De L’intrusa, invece, Di Costanzo ha affermato: «L’Intrusa non è un film sulla camorra: è un film su chi ci convive, su chi giorno per giorno cerca di rubargli terreno, persone, consenso sociale, senza essere né giudice né poliziotto. Ma è anche una storia su quel difficile equilibrio da trovare tra paura e accoglienza, tra tolleranza e fermezza» (fonte ANSA).

A Ciambra, invece, ha come protagonisti attori non professionisti che interpretano sé stessi. Il progetto è nato sul successo dell’omonimo cortometraggio presentato a Cannes nel 2014 (Semaine de la critique).

Redazione
L'autore

La Bottega di Hamlin è un web magazine di musica, cinema e libri, con notizie sempre aggiornate dall’Italia e dall’estero, recensioni e approfondimenti.